Maggiolata 2018: programma 1° parte

INIZIA IL VIAGGIO NELL’INTENSO CARTELLONE DELLA FESTA LUCIGNANESE
Prima parte

A meno di un mese dal suo esordio la Maggiolata Lucignanese edizione n. 81 svela il proprio programma. Come al solito, siamo in presenza di una lunga teoria di eventi e di spettacoli che parte da giovedi 17 Maggio e si conclude sostanzialmente nella tarda nottata di domenica 27, dopo 11 giorni ricchi di proposte accattivanti e di nuove iniziative che renderanno la Festa di quest’anno molto accattivante
Per la verità, non manca anche quest’anno una piccola, importante appendice che renderà ancora più succulento il carnet di appuntamenti nella strepitosa location lucignanese. I primi 3 giorni del mese di giugno vedranno infatti il Parco della Pinetina ancora al centro di spettacoli e feste per tutti i gusti. In fondo, diciamolo, l’idea di partenza dell’Associazione Maggiolata è stata ancora una volta la redazione di una proposta organica, ricca di contenuti e di indubbio livello qualitativo, capace di offrire molteplici opportunità di svago e di interesse per i numerosi spettatori che parteciperanno a questa nuova edizione della Festa dei Fiori.
Il Comitato di Gestione della manifestazione, a partire dal Presidente Massimo Casini, si è pertanto impegnato in una opera davvero complessa per l’allestimento di un cartellone di buona qualità, resa quest’anno ancor più impervia a causa delle novità normative legate al cosiddetto Decreto Gabrielli, relativo alla redazione di uno specifico piano di sicurezza funzionale allo svolgimento ordinato della intera manifestazione. Con tempestività e grande abnegazione, l’Associazione Maggiolata ha dunque concluso una importante fase del lavoro preparatorio, ovvero la predisposizione di un programma estremamente curato, capace di suscitare oggettivi consensi nel pubblico che interverrà come sempre in gran quantità ogni sera.
Ma vediamo – con l’ausilio del Presidente Casini e della sua encomiabile vice, Alessandra Polvani – in dettaglio questo programma.
Si parte, come detto, giovedi 17 maggio, alle 21, con il tradizionale appuntamento con la favolosa gastronomia della Maggiolata. Cena di apertura, quindi, con un menu di altissimo livello qualitativo. Lo spettacolo inaugurale vedrà la sfilata in notturna del Gruppo e del Corteo Storico di Lucignano, con i suoi meravigliosi figuranti in costume, della Banda “G. Rosini” che anche quest’anno si conferma splendida protagonista delle serate maggioline, del Gruppo Folcloristico di Lucignano, la cui presenza rende omaggio ad una luminosa tradizione nata 81 anni fa e degli Sbandieratori del Rione “Cassero” di Castiglion Fiorentino. Si tratta, in buona sostanza, di un assaggio di Maggiolata, sicuramente molto attraente.
Venerdi 18, il programma prevede due distinti momenti altrettanto spettacolri: alla Pinetina, la Festa propone una graditissima novità. Torna – a gran richiesta – il “Maggiolino d’Oro”, ovvero la riedizione di un vero e proprio concorso canoro che molti anni fa fu uno dei momenti più esaltanti della manifestazione. Si tratta per la verità della prima serata di questo appuntamento, una sorta di semifinale tra agguerriti concorrenti provenienti da ogni parte d’Italia. Si prevede quindi il classico pienone, anche per l’eccellenza dell’organizzazione, affidata quest’anno alla consolidata creatività di Benedetta Giovagnini. Contemporaneamente, seguendo una modalità sperimentata con successo anche nelle precedenti edizioni, in Piazza delle Logge ci immergeremo nella vivace atmosfera di una “Serata anni ’80” con la partecipazione dei “BadHut” e la possibilità di una degustazione di hamburger rigorosamente di chianina.
Sabato 19, tutti in pista con una serata dedicata al ballo con l’Orchestra Spettacolo “Aladino”, mentre alle Logge va in scena una strepitosa “Serata Messicana” con tanto di “Toro Meccanico, Tortillas e DJ Set con PerryDJ.
Domenica 20 è il giorno della Maggiolata! Si parte, come sempre, al mattino con la sfilata del Gruppo e del Corteo Storico di Lucignano e la lettura dell’antico Bando da parte del Capitano della Guardia. A seguire, il primo atto della sfida tra i 4 Rioni lucignanesi, impegnati nella tradizionale staffetta femminile e maschile lungo l’anello viario principale del centro storico. Alle 16, finalmente, la Festa entra nel vivo. Sfileranno i carri allegorici completamente rivestiti di fiori (si parla di oltre 100.000 garofani e altre essenze floreali utilizzati per rendere i carri ancora più belli) in rappresentanza dei Rioni di Porta San Giusto, Porta Murata, Via dell’Amore e Porta San Giovanni quest’anno impegnati nella realizzazione di un tema comune che vuole essere un omaggio al celebre programma televisivo “Carosello”. Con i carri allegorici si alterneranno in una sfilata particolarmente suggestiva il Gruppo e il Corteo Storico di Lucignano, gli Sbandieratori della Giostra del Saracino di Arezzo (davvero uno splendido ritorno!), la Filarmonica di Lama (S. Giustino Umbro), i Maggiolini della Scuola Media di Lucignano, il Gruppo Folcloristico di Lucignano, il Gruppo Folk “Giuseppe Moffa” di Riccia (Campobasso), la Show Band “Angiolo Del Bravo” direttamente da La Scala di S. Miniato (Pisa) e il Gruppo Folcloristico “Ri Ualanegli” di Pontelandolfo (Benevento). Ci immergeremo per alcune ore nella magica atmosfera di suoni e colori, canti e danze derivanti dalla più esaltante tradizione popolare in un vero e proprio mare di continue emozioni… In notturna, poi, alla Pinetina, l’Orchestra “Paradise” allieterà le centinaia di visitatori in una festa collettiva che non ha uguali, mentre in Piazza delle Logge ci attendono i ritmi sfrenati di Marzio DJ, che concluderanno la prima parte di questo intenso programma della Festa Lucignanese.

Guido Perugini