MAGGIOLATA LUCIGNANESE DEI RECORD

MAGGIOLATA LUCIGNANESE DEI RECORD:
ATTESA PER L’ULTIMO ATTO
Domenica 4 Giugno si conclude la Festa dei Fiori

Manca poco al termine della Maggiolata Lucignanese edizione n. 80. Domenica prossima, nella tarda serata, assisteremo all’epilogo di una Festa che ha toccato livelli record in termini di partecipazione e sul piano meramente qualitativo. C’è attesa e fermento a Lucignano in vista della conclusione di un evento che ha coinvolto praticamente tutta quanta la popolazione locale, facendo riscontrare apprezzamenti e attestazioni positive da parte di un numero rilevante di visitatori, accorsi in questo bellissimo borgo medievale per condividere emozioni e sorprese forniti a getto continuo da un cartellone ricco come non mai. Gli stessi media locali e nazionali hanno dato giusta risonanza a questa manifestazione, esaltandone i dettagli e talune  specifiche particolarità di questa edizione così articolata.
Domenica dunque calerà il sipario su questa Festa che, sulla scorta di prime sommarie verifiche, ha avuto riscontri molto buoni che confermano la validità dell’intera proposta progettuale avanzata dall’Associazione Maggiolata.


Lo stesso Presidente dell’Associazione, Massimo Casini, ci conferma l’ottima performance di questa edizione, segnata da un livello qualitativo sicuramente alto e allo stesso tempo capace di ottenere un riconoscimento pressoché unanime da parte di un numero crescente di spettatori. “Adesso dobbiamo lavorare con l’impegno che ha caratterizzato sino ad ora l’opera dei tanti volontari che si adoperano per la realizzazione della Festa in vista di questo ultimo atto che deve sancire solennemente una eccellenza mai raggiunta sino ad oggi da questa manifestazione. Desidero cogliere l’occasione intanto per ribadire il mio personale ringraziamento alle decine di giovani che hanno contribuito a creare un evento sicuramente memorabile. E desidero poi fare un appello rivolto in primo luogo alla gente di Lucignano e della Valdichiana aretina e senese: nessuno deve mancare all’atto finale della Maggiolata, che si svolgerà per l’intera giornata di domenica prossima. Vogliamo che questo momento conclusivo della nostra Festa sia all’altezza delle tante iniziative che hanno fatto parte dell’articolato programma messo in piedi in occasione dell’ottantesima edizione della Maggiolata.”

Come non dare torto al Presidentissimo, certamente provato dalle fatiche di un lavoro organizzativo che lo ha visto sempre in prima fila!
Del resto, l’atto finale della manifestazione – siamo certi - invoglierà tanta gente a prendere parte all’attesissima sfilata dei carri allegorici completamente ricoperti di fiori in rappresentanza dei 4 Rioni lucignanesi. Le proposte creative dei cantieristi troveranno poi il momento più esaltante nella cosiddetta Battaglia dei Fiori, ovvero la spoliazione dei carri stessi ad opera dei popoli delle contrade e degli stessi ospiti che saranno coinvolti in una sorta di trance ludica collettiva che certificherà il carattere di evento popolare della Maggiolata. Inoltre non dobbiamo dimenticare la presenza di gruppi folcloristici e di bande musicali provenienti da ogni parte d’Italia, che si esibiranno lungo le strade del centro storico in un tourbillon ricco di suoni e colori. Ricordiamo a questo proposito che domenica prossima potremo ammirare le prestazioni del Corteo e del Gruppo Storico di Lucignano, dello stesso Gruppo Folcloristico locale (impegnato anch’esso nella giusta celebrazione dell’ottantesimo anniversario della sua fondazione), della Banda “La Samba” di Torrita di Siena, del Gruppo Folk “Li Pistacoppi” di Macerata (un graditissimo ritorno, dopo il bel successo di appena un anno fa…), dei Canterini e Danzerini Romagnoli “Turibio Baruzzi” di Imola e della Banda Musicale di Santhià (Vercelli) che dopo una lunga assenza finalmente torna a calcare la scena della Maggiolata con un numero impressionante di splendide majorettes e un corpo musicale altrettanto alto.
Diciamo insomma che ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad uno spettacolo godibilissimo…
Ovviamente, il programma di domenica 4 giugno parte al mattino con l’apertura del Mercato “Campagna Amica”, proposta accattivante di Coldiretti, partner ufficiale della Maggiolata edizione n. 80, con tante opportunità di acquisto e di degustazione di prodotti dell’eccellenza agricola toscana e nazionale. Per i bambini è previsto pure uno spazio ludico, con veri e propri laboratori tematici per avvicinare giustamente questo particolare pubblico ai valori della filiera italiana. La sera, poi, dopo il tradizionale appuntamento con la gastronomia della Festa (a proposito, quest’anno lo stand ha toccato livelli record con continue file interminabili di … clienti pronti all’assalto delle specialità della Maggiolata), in una Piazza delle Logge stracolma e in attesa fremente, si consumerà l’epilogo di una Festa così vissuta e partecipata: verrà letto il verdetto predisposto dalla Giuria della Festa che proclamerà il nome del carro vincitore. Sarà quello il momento emotivamente più alto di una manifestazione che per 18 giorni ha incantato migliaia di persone e ha confermato la sua mirabile forza identitaria.
Comunque vada a finire, al di là della vittoria che sorriderà ad un solo popolo tra le 4 piccole comunità della Maggiolata, possiamo ragionevolmente affermare che anche quest’anno ha vinto e vincerà Lucignano, il paese della bellezza diffusa, il luogo delle meraviglie sospese….
E allora non ci resta che condividere l’invito del Presidente Casini.
Domenica prossima, tutti a Lucignano per vivere da protagonisti la gioia unica della sua grandiosa Festa dei Fiori!

Guido Perugini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *