MAGGIOLATA 2017 – L’ULTIMA SETTIMANA

MAGGIOLATA LUCIGNANESE 2017 – L'ULTIMA  SETTIMANA

Sveliamo la parte finale dell'intenso programma della Festa

Siamo dunque arrivati a presentare l'ultima parte dell'intenso programma della Maggiolata edizione n. 80.

Vediamo cosa ci propone la Festa Lucignanese a partire da Lunedi 29 maggio. È il momento della solidarietà. Tutta Lucignano è invitata alla Cena organizzata dall'Associazione che cura l'organizzazione della manifestazione, il cui ricavato sarà interamente versato a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia nell'agosto 2016. Un appuntamento da non perdere che interpella direttamente la coscienza civica e il cuore della popolazione locale (ma se qualcuno da fuori vuole partecipare è il benvenuto...).

Martedi 30, allo stand l'offerta culinaria, sempre molto variegata, propone un graditissimo omaggio ai "Vecchi sapori della Valdichiana", senza dimenticare che per gli amanti della pizza rinomati maestri offriranno gustosi piatti in molteplici appetitose versioni. La serata è invece dedicata all'ottantesima edizione della Festa, con uno spettacolo molto atteso e di notevole spessore. "RievoCantando la Maggiolata". Nella suggestiva cornice di Piazza delle Logge avremo modo di ascoltare canzoni e musiche del vasto repertorio della manifestazione, ovvero brani e melodie composti a partire dal 1937. Sarà interessante apprezzare soprattutto la genuinità di un patrimonio culturale che è intenzione dell'Associazione Maggiolata recuperare e conservare come ideale strumento conoscitivo sulle ragioni di una Festa tanto longeva e vissuta dalla gente di Lucignano.

Il giorno successivo, alle 21 presso la Sala Don Enrico Marini, quasi a voler suggellare il legame con la Maggiolata, i giovanissimi allievi della Scuola di Musica della banda Giovanni Rosini si esibiranno con un programma molto curato davanti ad un folto pubblico. In Piazza delle Logge, secondo e ultimo atto del Teatro delle Contrade. Questa volta sono in scena il Rione Porta San Giovanni con "Prima o poi a tutti capita!" e il Rione Porta San Giusto con "Alla ricerca del cantiere perduto". Sarà interessante verificare l'impegno dei tanti attori che si cimenteranno in rappresentazioni comunque esilaranti.

Giovedi 1 giugno è il giorno della Festa della Scuola. Saggi degli alunni dell'Istituto Comprensivo di Lucignano si susseguiranno per l'intero pomeriggio in una sorta di grande gioia collettiva, che annuncia la fine delle fatiche scolastiche e anticipa la felicità per le imminenti vacanze estive. Per chi ama la buona cucina consigliamo una capatina allo stand. Gli chef della Maggiolata propongono infatti un piatto specialissimo: "Filetto con porcini". A seguire, alla Pinetina, serata di cabaret con lo show "7 Cervelli", mentre all'interno di Piazza delle Logge la Festa toccherà livelli altissimi con Toni Jack Dj e Hamburger di Chianina. Delirio e tanto tanto divertimento sino alle ore piccole.

Eccoci dunque a Venerdi 2 Giugno. Nel giorno di Festa Nazionale, la Maggiolata vuole ricordare a tutti il proprio felice legame con l'Associazionismo locale, in particolre con la Misericordia di Lucignano. Alle 11 del mattino, cerimonia di inaugurazione dei nuovi mezzi di soccorso di questa benemerita realtà che è diventata nel tempo un punto di riferimento importantissimo per tutti, grazie ad un servizio encomiabile h24 che conferma anno dopo anno la crescita esponenziale del sodalizio. Alle 13, naturalmente, tutti al Pranzo della Misericordia (occorre prenotare...). Nel pomeriggio, giochi ed animazioni per i più piccoli mentre alle 17 presso il Palazzo Comunale si inaugura la Mostra "Diffusa Memoria", un suggestivo percorso fotografico itinerante realizzato per celebrare gli 80 anni di vita del Gruppo Folcloristico di Lucignano. Un traguardo importante che deve essere motivo di legittimo orgoglio per l'intera comunità locale, anche e soprattutto per i continui successi in Italia e nel Mondo di questa associazione che tramanda e valorizza da sempre la migliore tradizione culturale lucignanese. A cena, la fantasia degli chef propone una serata piuttosto singolare. "Cena al Contrario". La notte prevede due momenti distinti: alla Pientina, balli caraibici con la Scuola "LatinKaos", mentre in Piazza delle Logge "Ottant'anni insieme", un grandioso spettacolo offerto dal Gruppo Folcloristico di Lucignano con la partecipazione straordinaria dei celebri "Cardellini del fontanino" di Castel del Piano.

Sabato 3 giugno, in pieno ponte festivo, il dopo cena garantisce una super serata danzante con l'Orchestra "Alessio Alunno" alla Pinetina. Alle Logge si esibisce "Ballantine Band", il gruppo di musicisti che da sempre segue Pupo.

Arriviamo infine a domenica 4, ultima tappa della lunga storia di questa edizione della Festa. Alle 10, riapre i battenti il Mercato "Campagna Amica", con prodotti di eccellenza dell'agricoltura italiana. Dopo la sfilata mattutina del Gruppo e del Corteo Storico è la volta dell'ultimo atto della Storica Staffetta tra Contrade. Il grande appuntamento è per le 16, allorché potremo assistere alla nuova sfilata dei carri allegorici fioriti, con la presenza di gruppi e bande musicali. Al termine dei canonici giri, partirà la fantastica Battaglia dei Fiori. I 4 carri allestiti dai Rioni verranno letteralmente spogliati in un crescendo di partecipazione collettiva che ha effetti coinvolgenti sotto l'aspetto emotivo assolutamente unici. Il programma pomeridiano si concluderà con l'esibizione dei gruppi presenti alla Festa. Ricordiamoli molto succintamente: il Grupppo e il Corteo Storico di Lucignano, il Gruppo Folcloristico locale, la Società Filarmonica Guido Monaco "La Samba" di Torrita di Siena, la Banda Musicale Cittadina di Santhià (Vercelli), un graditissimo ritorno davvero, i Canterini e Danzerini Romagnoli "Turibio Baruzzi" di Imola e "Li Pistacoppi" il Gruppo Folk di Macerata che torna dopo solo un anno alla Maggiolata.  Dopo cena, parte poi il programma finale estremamente ricco. Alla Pinetina si balla con l'Orchestra "Rosso di Sera" mentre in Piazza delle Logge, Dj set con Marzio Dj e special guest Gian Luca Ghezzi. Poi, intorno a mezzanotte, l'ultimo atto di questa lunghissima kermesse: estrazione dei biglietti della sottoscrizione interna a premi pro terremoto, premiazione dei giochi e delle rappresentazioni teatrali dei Rioni e infine, udite udite... la proclamazione del carro vincente. Dopo, la notte lucignanese continuerà sino alle luci dell'alba nel tripudio del popolo del Rione che avrà vinto il "Grifo d'Oro" di questa ottantesima edizione della Maggiolata.

Buon Divertimento!  E, ci raccomandiamo, nessuno manchi alla Festa di Lucignano...

Guido Perugini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *